Giallo/Thriller

THE TRASPARENT WOMAN (2015) di Domiziano Cristopharo – recensione del film

Apprezzo moltissimo Domiziano Cristopharo principalmente per tre motivi: per il coraggio di osare e cercare sempre le strade più tortuose mostrando quasi sempre quello che “turba” lo spettatore medio; La grande perizia tecnica, e il saper curare la pellicola in ogni parte, compresa la colonna sonora che spesso viene messa in secondo piano ma che costituisce una parte importantissima del film (guardate Doll syndrome dove tutte le componenti funzionano come personaggio aggiunto); E poi inutile negarlo, non fa mai un film uguale all’altro e infatti la finalità di questo The Transparent woman è quello di rievocare il thriller italiano degli anni settanta .

Una giovane coppia, si trasferisce in una nuova abitazione. La ragazza che è cieca, si dovrà abituare ai nuovi spazi e alle nuove abitudini, ben presto ricordi mescolati ad incubi inizieranno a perseguitarla.
The transparent woman, è un film ricco di particolari che rievocano, come dicevamo, il cinema di genere anni settanta, per inciso quello che ci invidiano in tutto il mondo.
Tra questi non si può non citare la splendida colonna sonora, ora suggestiva, ora inquietante e ricca di tensione, ma anche il magnetofono, il registratore, ed una fotografia molto particolare e curata nel dettaglio.
Le citazioni che arricchiscono il film non mancano, come per esempio la scena del brandy pieno di sonnifero che riprende quella con il latte avvelenato del film Il sospetto di Hitchcok. Oppure la presenza inquetante del parroco del paese che ricorda, non a caso, La casa dalle finestre che ridono. Quest’ultimo è interpretato dall’eccezionale Giovanna Nocetti. Gli altri interpreti del film sono Roberta Gemma, brava e convincente alla sua terza collaborazione con Cristopharo dopo la comparsata in House of flesh mannequins e nel film Hyde’s secret nightmar, e Arian Levanael nel ruolo del marito.
Purtroppo non tutto convince, l’utilizzo dei tempi nel film è una di queste cose: eccessivamente lento e macchinoso nella parte centrale, troppo sbrigativo nella parte finale, dove la storia vira verso l’horror puro, senza che la pellicola ne ottenga benefici.
E’ possibile acquistare il dvd di The transparent woman esclusivamente presso il negozio Thrauma a viareggio, in allegato si può trovare anche un fumetto.

The Transparent Woman

 

Recensione a cura di:
Federico Tadolini | Crea il tuo badge

 

Categorie:Giallo/Thriller, Horror

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...