Giunto al suo dodicesimo film, Ferzan Özpetek (dopo la parentesi “ancestrale” di Rosso Istanbul) racconta un thriller psicologico particolare in una Napoli ampiamente enigmatica. Sensualità e mistero sono gli aspetti più rilevanti di un film che con moderazione, riesce ad incidere nell’immaginario dello spettatore. La vita di una donna, Adriana (Giovanna Mezzogiorno) viene sconvolta da un feroce delitto; solamente l’incontro con Andrea (Alessandro Borghi) la solleverà, “risvegliando” in lei, quella passione trasgressiva celata e mai dimenticata. Un vortice di sensi che vede coinvolti questi due protagonisti in uno “scorcio partenopeo” del tutto nuovo.
Assurde similitudini fra cittadine (Napoli ed Istanbul) e il voler trattare una feroce tematica (per l’appunto un delitto) con il riserbo più totale; Napoli Velata vede la nascita di una passionale storia d’amore, sensuale e travolgente, con sullo sfondo un atroce delitto; un accostamento accattivante (Eros e morte) quello di Ferzan Özpetek, che cerca di enfatizzare dall’inizio alla fine. Supportato dal duo interpretativo composto da Giovanna Mezzogiorno e Alessandro Borghi, il regista cerca, con sguardo invasivo ma crepuscolare, di mettere in luce i “segreti dell’anima” creando, come ribadito in precedenza, un inusuale contrasto di caratteri, di personalità. Senza eccedenze, Ferzan Özpetek “trascina” il pubblico spettatore in un vortice di eventi, quasi inesorabili, conducendo il tutto con sommessa incisività. Napoli Velata è il delicato ritratto di una città che “regala” passione e violenza, sconvolgendo, nel bene e nel male, l’esistenza di un singolo. Napoli Velata di Özpetek è pura simbologia partenopea, una smorfia esoterica che seduce ed inganna. Non ha e non deve avere consistenza.

Napoli_velata

Napoli velata è un film del 2017. Regia: Ferzan Ozpetek Interpreti: Giovanna Mezzogiorno, Alessandro Borghi, Anna Bonaiuto, Peppe Barra, Biagio Forestieri, Lina Sastri, Isabella Ferrari,Luisa Ranieri, Maria Pia Calzone, Loredana Cannata, Carmine Recano, Angela Pagano, Antonio Braucci, Antonio Grosso. Sceneggiatura: Ferzan Özpetek, Gianni Romoli, Valia Santella. Fotografia: Gian Filippo Corticelli. Musica: Pasquale Catalano.Uscita al cinema il 28 dicembre 2017. Distribuito da Warner Bros. Italia.

Recensione di Alessio Giuffrida